Ripulire file audio: come eliminare i rumori da una registrazione con Audacity

Il processo per ripulire file audio e registrazioni da rumori di fondo e fruscii con Audacity
Condividi l'articolo!

Audacity è lo strumento ideale per ripulire file audio da rumori di fondo e fruscii indesiderati. Seguendo questa guida, anche gli utenti meno esperti riusciranno a ridurre o eliminare rumori di fondo da audio e registrazioni.

Quando si adopera un registratore nascosto, può capitare che il suono catturato non sia perfetto. Soprattutto se l’ambiente è molto affollato, o se il registratore è in tasca.

Audacity è un software open source (gratuito) di registrazione e audio editing. Il funzionamento è molto semplice. Tramite lo strumento di riduzione del rumore, permette di ripulire file audio da fruscii, rumori di sottofondo e altri suoni di disturbo.

E’ bene precisarlo, non si tratta di una soluzione professionale.

Esistono in commercio software molto più evoluti che consentono di pulire una traccia audio dai rumori di fondo in modo pressoché perfetto.

Si tratta, però, di programmi in dotazione a forze dell’ordine e tecnici forensi, e inaccessibili a semplici utenti.

Audacity è gratuito e semplice da usare. Non sempre riesce a rimuovere il rumore o il fruscio del tutto, ma di certo può ridurli in modo considerevole. In questo modo, le tue registrazioni saranno più chiare.

➝ Leggi anche: Come registrare di nascosto

Dove scaricare Audacity

Audacity è disponibile per Windows, Mac, nelle versioni a 32 bit e 64 bit, e Linux.

Puoi scaricarlo dal sito ufficiale. Non è necessario registrarsi. Il software è completamente gratuito.

L’installazione è semplice: basta cliccare due volte sul file scaricato e seguire la procedura.

Audacity è disponibile anche in lingua italiana.

A questo punto, vediamo come pulire file audio con Audacity.

Scopri i mini registratori spia Doctorspy!

I migliori registratori ambientali e telefonici professionali sul mercato. Compatti, facili da usare. Qualità audio perfetta, elevata autonomia, attivazione vocale, alte prestazioni!

Come eliminare i rumori da una registrazione con Audacity

Carica il file audio in cui vuoi ridurre il rumore (File > Apri).

Occorre permettere ad Audacity di riconoscere il rumore nel file. Trova una sezione in cui non si parla e in cui compare solo il rumore di fondo, clicca e trascina per evidenziarla. (Più è ampio l’intervallo, meglio è, ma comunque usa ciò che hai a disposizione.)

Dal menu “Effetti”, seleziona “Riduzione rumore”. Clicca su “Elabora profilo rumore”.

La schermata di riduzione del rumore su Audacity

La procedura richiede qualche secondo. Dipende dall’ampiezza del campione selezionato.

Una volta terminata l’elaborazione, evidenzia l’intero file audio premendo CTRL + A. Seleziona Effetti > Riduzione rumore.

Agisci sul cursore per decidere quanto rumore rimuovere.

Attenzione: spostare il cursore troppo a destra produce un’eco piuttosto invadente. Con le registrazioni vocali, è meglio limitarsi a una riduzione non troppo marcata.

Premi sul pulsante “Anteprima” per testare il risultato.

Quando sei soddisfatto, clicca su “OK”.

A seconda del file, il processo di rimozione del rumore può richiedere qualche secondo.

Puoi ascoltare il risultato premendo “Play” in alto a sinistra. Se ciò che senti non ti convince, nessun problema: annulla l’operazione premendo CTRL + Z sulla tastiera.

Ripulire il file audio con lo strumento “Compressione”

Se non sei ancora soddisfatto del risultato, puoi migliorare ancora la qualità della tua registrazione ricorrendo allo strumento “Compressione”.

La maggior parte dei file audio non ha un volume uniforme. Alcune sezioni sono più rumorose di altre. Il compressore livella l’audio abbassando il volume dei bit più forti senza toccare il resto.

Per utilizzare la funzione di compressione, evidenzia la porzione di audio che vuoi uniformare. Poi seleziona Effetto > Compressione.

La schermata di compressione audio Audacity per eliminare il rumore

Non farti spaventare dalla schermata, è più facile di quanto sembra.

Concentrati sull’impostazione “Soglia”. Essa misura (in decibel, dB) la quantità massima di volume tollerata dal compressore. Qualsiasi bit di audio sopra la soglia avrà il volume ridotto.

Trascina il cursore a destra o sinistra per impostare il valore desiderato.

Dovresti stabilire una soglia mediana tra le parti più forti e più deboli dell’audio. Se la parte più alta è -10 dB e la più bassa è -20 dB, allora dovresti scegliere una soglia di -15 dB.

Passa ora all’opzione “Rapporto”. Questo determina il livello di compressione.

L’impostazione predefinita di 2:1 è sufficiente per la maggior parte delle registrazioni. Il rapporto 3:1 potrebbe essere necessario in alcuni casi. Quasi mai avrai bisogno di un rapporto 4:1 o superiore.

Lascia le impostazioni di “Tempo di attacco” e “Tempo di rilascio” come sono.

Lascia selezionata l’opzione “Componi guadagno per 0 dB dopo la compressione”. Ciò aumenterà di un po’ il volume generale della registrazione. In molti casi, aiuterà ad alleviare eventuali cali di suono.

Fai clic su “Anteprima” per verificare se hai scelto o meno le impostazioni corrette.

Se sei soddisfatto, fai clic su “OK”.

Anche in questo caso, il processo di compressione richiederà diversi secondi, a seconda della dimensione del file.

Nella schermata principale, prova la compressione premendo il tasto “Play”. Puoi annullare le modifiche con CTRL + Z.

In questo caso, ripeti il ​​processo di compressione con impostazioni diverse.

Ultimo step: esporta il file in MP3

Una volta che hai terminato la procedura per eliminare i rumori di fondo dal file audio, potrai esportare il risultato nel formato che preferisci: MP3, WAV, OGG. Come?

Seleziona File > Esporta. Scegli l’estensione che desideri e seleziona la cartella di destinazione sul computer.

Buon ascolto!


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello
Torna su