Come scegliere un registratore vocale

Come scegliere un registratore vocale

Tra i dispositivi di spionaggio più comuni ci sono indubbiamente i mini registratori vocali spia.

Si tratta di apparati di controllo miniaturizzati, solitamente impiegati per registrare conversazioni all’insaputa di qualcuno.

Il mercato offre tantissimi dispositivi, più o meno professionali. La potenza e l’efficacia variano in base alle caratteristiche. Le quali, a loro volta, influenzano le possibilità di utilizzo.

In linea di massima, i mini registratori sono dispositivi assai duttili. Possono essere adoperati da giornalisti, detective, forze dell’ordine, ma anche da semplici cittadini desiderosi di documentare un illecito o un reato (minacce, molestie, aggressioni, ricatti, calunnie).

Oppure, più semplicemente, i microregistratori possono essere utilizzati per appunti vocali, per catturare lezioni o riunioni di lavoro da trascrivere con calma in un secondo momento, o magari per semplice diletto personale.

Per ovviare al rischio confusione, abbiamo pensato a questo post: una panoramica sulle principali funzionalità dei microregistratori.

Come sempre, se hai dubbi o domande, non esitare a contattarci!

Registratori vocali ambientali o telefonici, occultati e non occultati

I micro registratori vocali possono distinguersi in:

  • ambientali
  • telefonici

I primi vengono adoperati per catturare conversazioni e suoni in un ambiente. Il registratore telefonico si adopera per registrare telefonate in entrata o in uscita.

I registratori ambientali sono assai diffusi. La potenza può variare. I modelli professionali presenti nel nostro catalogo sono dotati di microfoni ultra sensibili in grado di captare l’audio nitidamente fino a 10 metri di distanza.

Possono essere occultati in oggetti o meno. Su Doctorspy.it, trovi un vasto assortimento di registratori nascosti in penne a sfera, portachiavi, chiavette USB, orologi da polso e da tavolo, lettori MP3, ciondoli e quant’altro.

Il vantaggio di questi dispositivi è certamente la discrezione. Se il tuo scopo è quello di spiare qualcuno, è opportuno che il registratore sia collocato in un posto insospettabile. E cosa c’è di più insospettabile di un oggetto familiare, di uso quotidiano?

In alternativa, esistono registratori non occultati, ovvero i dispositivi “nudi”.

Parliamo comunque di apparati di piccole o piccolissime dimensioni. Risultano dunque facili da nascondere in un cassetto, sotto un tavolo, nell’anta di un armadio, in automobile. Basta un minimo di accortezza (e una lettura alla nostra guida su come e dove nascondere un registratore vocale).

Alcuni modelli in vendita su Doctorspy sono dotati di scocca magnetica per aderire alle superfici metalliche.

La modalità di funzionamento: registrazione continuata o attivazione vocale

I registratori vocali digitali più evoluti solitamente offrono due possibilità di funzionamento:

  • continuato
  • attivazione vocale (VOX)

La prima modalità è quella tradizionale. Si accende il dispositivo e si inizia a registrare.

I microregistratori Doctorspy sono dotati del meccanismo della registrazione con un solo pulsante: basta premere un tasto per accendere l’apparato e incominciare la registrazione. Con lo stesso tasto è possibile interrompere il recording.

Questo meccanismo, estremamente semplice, è pensato per agevolare l’utente, soprattutto nel caso in cui il prodotto venga impegnato per azioni di spionaggio.

L’attivazione vocale, invece, consente di azionare il dispositivo in automatico solo quando il microfono percepisce un suono nell’ambiente.

Il vantaggio di una simile modalità è duplice:

  • la sicurezza di non perdere alcun momento rilevante
  • un risparmio della batteria che assicura una migliore autonomia

Memoria integrata vs micro SD

Dove vengono salvati i file delle conversazioni registrate? Le possibilità, anche qui, sono due:

  • memoria integrata
  • micro SD

Il vantaggio di un dispositivo con micro SD sta nel fatto che, in base alle esigenze (e se il registratore la supporta), è possibile adoperare una card di capacità maggiore rispetto a quella in dotazione.

Lo svantaggio, ovviamente, è economico: la scheda micro SD va acquistata a parte.

Nei modelli con card di memoria è possibile riversare i file su computer anche adoperando un apposito adattatore. Se la memoria è integrata, per trasferire le conversazioni su PC bisognerà adoperare un cavo USB (con Doctorspy sempre fornito in dotazione).

Durata della batteria

Quella dell’autonomia del dispositivo è una voce importate nell’elenco delle caratteristiche da considerare per scegliere il miglior registratore vocale.

Bisogna distinguere tra la durata in funzionamento continuato e in attivazione vocale (stand-by). In entrambi i casi, giocano un ruolo fondamentale le caratteristiche del modello.

Registratori entry level, pensati per registrare memo vocali o per occasionali attività di spionaggio, hanno solitamente un’autonomia di poche ore in registrazione continua. Dispositivi più evoluti, invece, possono arrivare anche a 150 ore.

Come già spiegato, l’attivazione vocale permette di risparmiare sulla durata della batteria. In stand-by, alcuni modelli possono arrivare fino a 460 giorni di autonomia!

Scopri i microregistratori Doctorspy!

Un mini registratore spia Doctorspy è un dispositivo perfetto per registrare di nascosto una conversazione. Modelli professionali, facili da installare e adoperare, massima efficacia!


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna indietro
Copy link
Powered by Social Snap